La luce della speranza

La-luce-della-speranza

La luce della speranza

La luce della speranza: una festa che calza a pennello

In questo 2020 di grandi prove di resistenza, fisica e mentale, di incertezza e preoccupazione, di sradicamento dei presunti punti fermi, nemmeno la peggiore pandemia riesce a fermare l’antica saggezza indiana che da sempre in questo momento dell’anno celebra un rituale di purificazione che simboleggia felicità, prosperità, unione ed amicizia. E non importa se l’autunno avanza, le ore di luce e di ombra si sbilanciano puntando verso il buio della notte più lunga dell’anno e non possiamo stare insieme come vorremmo: è proprio qui che la forza della fiducia ci assiste. L’india, nei suoi contrasti, roccaforte di uno stile di vita guidato da leggi estranee all’approccio occidentale, con una parte di cuore che più che il vaccino aspetta risposte nell’ayurveda e nella spiritualità che la guida, condivide col mondo il suo Capodanno, ricco di significati più che di bottiglie di champagne.

Si tratta di Diwali, la festa delle luci, che rappresenta un nuovo inizio, nuovi traguardi e un atteggiamento positivo verso la vita. Questa celebrazione ha conquistato milioni di persone in tutto il globo: migliaia di candele vengono accese per simboleggiare la vittoria della luce sull’oscurità, del bene sul male, della conoscenza sull’ignoranza, della pace sulla guerra, della speranza sulla disperazione.

E direi che mai come in quest’anno abbiamo bisogno di un mondo illuminato e voglioso di celebrare i veri valori, quelli per cui vale la pena stringere i denti, aspettare che l’inverno passi nella fiducia che ciò che oggi sembra senza vita, domani rifiorirà.

La-luce-della-speranza-Diwali2

Il significato mitologico

L’ascesa all’elevazione guida l’India nelle sue azioni e nessun rituale è esente da una connessione mitologica: le diya, candele e lampade tradizionali, vengono accese per celebrare la divina unione di Lakshmi (dea della fortuna) con Vishnu (il Conservatore): ogni luce ha il compito di aiutare la dea a rischiarirle il cammino e simboleggia la vittoria del bene sul male. L’annuale venuta sulla terra della Madre Divina, la cui benedizione è rivelata attraverso la prosperità, la ricchezza e la fortuna, ci dispensa di doni come l’intelligenza, l’illuminazione e il risveglio interiore.

Quale miglior augurio in questo momento di spaesamento e torpore?

Come celebrare

Diwali ha una durata di 5 giorni e questi sono alcuni suggerimenti per sentirci parte di questa vittoria dei pensieri divini sulle tendenze negative:

La purificazione dell’Io: la pulizia della nostra persona passa attraverso le principali tre vie: alimentazione, attività fisica e meditazione. La tradizione suggerisce addirittura un periodo di digiuno o semi-digiuno antecedente alla festa, ma possiamo semplicemente stare attenti a eliminare o contenere gli alimenti di origine animale privilegiando una dieta vegetariana. Allo stesso tempo possiamo espellere le tossine corporee attraverso l’attività fisica e quelle mentali attraverso la meditazione e il canto dei mantra.

Sono di parte, ma è ovviamente raccomandata la pratica yoga!!!

La purificazione della Casa: questo è il momento migliore per eliminare tutto ciò che è superfluo donandolo a chi ne ha bisogno. Questo semplice gesto ha un potere immenso: la gioia di dare e la leggerezza di abbandonare ciò che non è più. Simboleggia inoltre la vittoria dell’Io sull’attaccamento e permette la circolazione di nuova energia. Prenderci cura degli ambienti in cui viviamo decorandoli è un’altra attenzione gradita 😊

Nessun elenco infinito di buoni propositi, si esprime un solo Sankalpa, cioè un desiderio o un’intenzione su cui vogliamo focalizzare le nostre energie.

Illuminiamo la vita: ogni candela che accendiamo simboleggia una buona qualità che desideriamo coltivare dentro di noi <3.

Gratitudine: rendiamo grazie per le guide spirituali, divine e umane, che abbiamo e i maestri. Celebriamo l’affetto dei nostri cari, accogliendoli (quest’anno virtualmente) nelle nostre case, e, di certo, nel nostro cuore.

Che siate pienamente osservanti o che riusciate a mettere in atto anche solo un suggerimento, coltivate il significato di speranza di questa festa che quest’anno cade sabato 14 novembre, come da calcolo del calendario lunare.

Buona luce a tutti!

No Comments

Post A Comment